Richiesta informazioni



SI RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO Tel 0721.403998 | Cell 331.8916998 (anche Whatsapp)

SEGUICI SUI SOCIAL
Top

Perchè viaggiare con le amiche?

Era una notte buia e tempestosa… No, non è vero era una normalissima serata di agosto del 2017, ero a cena con la mia famiglia e quella di Laura, la mia testimone di nozze le cui figlie hanno più o meno l’età delle mie, ed è andata più o meno così:

Da sinistra Laura ed Erika

– Laura, io ho bisogno di partire, è troppo che non prendo l’aereo.
– Dove andiamo?
– Pensavo Londra, weekend dedicato a Harry Potter!
– Quando?
– Ottobre!

Dopo due giorni avevamo già il biglietto aereo in tasca e la prenotazione per l’hotel.

All’epoca le mie bambine avevano 6 e 4 anni e in molti ci hanno chiesto ma come avremmo fatto a partire senza di loro; la risposta standard è sempre stata “hanno anche un padre!” Questo per dire che spesso ci sentiamo in colpa o, da donne, ci facciamo problemi che non esistono, perché come i bambini stanno senza di noi mentre siamo al lavoro, possono tranquillamente farlo anche quando siamo in vacanza! Se non altro questo è il mio punto di vista. E così, sono partita la prima volta nel 2017 per Londra, per poi fare un secondo viaggio l’anno successivo con le mie tre amiche storiche Roberta, Francesca e Silvia a Dublino, e infine nel 2019 sono ripartita con Laura per Edimburgo.

Da sinistra Erika, Francesca, Roberta e Silvia

Ma che cos’hanno in comune questi viaggi? No, la risposta non è “i paesi anglosassoni” per i quali sono abbastanza fissata. La risposta corretta è il rapporto che ho con le mie compagne di viaggio, che sia la mia testimone di nozze o le amiche che conosco e frequento dalla prima elementare. Certo la meta è importante, ma quella generalmente viene decisa nel giro di una cena, tra una chiacchiera e l’altra, tanto se si ha lo stesso “stile” di vacanza non sarà difficile trovare un posto che metta tutte d’accordo. Il top è quando una propone, e si fa carico di organizzare, e le altre dicono che va bene tutto.

Noi abbiamo una predilezione per le capitali e le città d’arte, quindi generalmente le nostre giornate iniziano presto con una bella colazione continentale, poi cominciamo a macinare chilometri con già ben chiaro in testa i luoghi da visitare, e una domanda ricorrente: “dove pranziamo/dove ceniamo?” a seconda del momento della giornata. Ovviamente in pochi giorni cerchiamo di vedere più cose possibili; Dublino ed Edimburgo in quattro giorni si girano benissimo; a Londra invece abbiamo selezionato le attrazioni. Solitamente cerchiamo sempre di inserire anche un’escursione fuori città, magari con i tour organizzati che prenotiamo direttamente una volta arrivate a destinazione, giusto per avere più chiare anche le condizioni meteo, senza prenotarli con largo anticipo. Le giornate sono interamente dedicate alle visite, e ai negozi di souvenir; si cammina davvero tanto e arriviamo a sera sfinite, per cui dopo aver cenato in un pub torniamo in hotel e, come gli “anzianotti”, andiamo a dormire abbastanza presto per essere pronte a “nuove e mirabolanti avventure” il giorno successivo.

Questo è il tipo di vacanza che piace a noi, basato sul programmare, visitare e mangiare. Tenete conto che ormai “abbiamo una certa età” e non abbiamo più il fisico, tranne Francesca che dopo 20 km ha ancora la forza di saltellare per strada e fare quattro piani di scale a piedi per tornare in camera, invece di prendere l’ascensore! Sì, sono pienamente consapevole che nell’immaginario collettivo, viaggiare con le amiche potrebbe essere alzarsi tardi la mattina, passare la giornata in spiaggia, e andare a ballare la sera; ma fondamentalmente il concetto non cambia. Si può fare un viaggio on the road, o anche scalare l’Everest, ma l’importante è avere interessi comuni, sentirsi libere di essere sè stesse, divertirsi e staccare per qualche giorno dalla routine quotidiana. 

“L’amicizia è una presenza che non ti evita di sentirti solo, ma rende il viaggio più leggero.” (David Trueba)

E’ importante recuperare le forze!

P.S. ho già pronto un biglietto aereo per ottobre 2020; incrocio le dita e spero di riuscire a partire anche quest’anno!

Erika | viaggiatrice

Da sola, con le amiche, o con la famiglia, basta che le diate un biglietto aereo e la fate felice... Preferibilmente per l'Irlanda o la Scozia! Collabora con Viaggi su Marte inserendo i suoi racconti di viaggio nel blog.

Sorry, the comment form is closed at this time.

error: Il contenuto è protetto!